Presentazione del volume

Giovan Battista Moroni di Simone Facchinetti
Opera completa

 

Arturo Galansino, Direttore Generale di Palazzo Strozzi, e Francesco Frangi, storico dell’arte, presentano in Accademia Carrara “Giovan Battista Moroni” Opera completa.

Sarà presente Simone Facchinetti, autore del catalogo generale, edito da Officina Libraria.


Il volume raccoglie gli esiti di un’impresa di ricerca lunga almeno un decennio. Intervengono Francesco Frangi, storico dell’arte, e Arturo Galansino, direttore di Fondazione Palazzo Strozzi e curatore, con Facchinetti, di due importanti mostre dedicate a Moroni: nel 2014 alla Royal Academy di Londra e nel 2019 alla Frick Collection di New York.
Un appuntamento che sottolinea, una volta di più, il ruolo di Accademia Carrara come museo di Moroni. Sono infatti 20 le opere del pittore di Albino custodite dalla pinacoteca bergamasca, il più importante corpus al mondo del pittore cinquecentesco. Celebre per i suoi ritratti al naturale, che per Luigi Lanzi sembravano “tuttora spirare e vivere” e per Roberto Longhi “veri e semplici, da comunicarci addirittura la certezza di averne conosciuto i modelli”, la sua attualità è testimoniata dal successo delle mostre di Londra e New York.
Il catalogo, completo di fotografie a colori, aggiorna quello redatto da Mina Gregori più di 40 anni fa, che riportava immagini in bianco e nero, e offre un riesame complessivo del percorso moroniano e della sua cronologia. Tra le novità: nuove attribuzioni, oltre al reindirizzamento verso altri artisti di opere credute del Moroni; l’identificazione di alcuni personaggi, utile a una più precisa ricostruzione del periodo storico; la conseguente ridatazione delle opere, che consente una diversa lettura del percorso dell’artista; una nuova ipotesi sulla data della sua morte.

 


Simone Facchinetti è ricercatore di Storia dell’arte moderna presso l’Università del Salento e professore a contratto all’Uni­versità di Bergamo. Si è occupato di argo­menti di storia dell’arte del Rinascimento e di storia della critica d’arte del Novecen­to. Ha approfondito la figura e l’opera di Giovan Battista Moroni, curando mostre monografiche al Museo A. Bernareggi di Bergamo (2004), alla Royal Academy of Arts di Londra (2014) e alla Frick Col­lection di New York (2019).

 

Arturo Galansino dottore di ricerca in Storia e Critica d’Arte a Torino, è stato ricercatore all’INHA di Parigi. Ha collaborato con Musée du Louvre di Parigi (2008-2010), National Gallery (2010-2012) e Royal Academy of Arts di Londra (2013-2015), nel 2015 è tornato in Italia come direttore di Palazzo Strozzi di Firenze. Oltre a rafforzare la ricerca sull’arte antica, ha parallelamente rilanciato il ruolo del contemporaneo nella programmazione dell’istituzione fiorentina con i grandi successi delle mostre.

 

Francesco Frangi insegna Storia dell’arte moderna presso l’Università degli studi di Pavia.

Nel corso dei suoi studi si è occupato di vari temi inerenti la cultura figurativa in Italia settentrionale tra XV e XVIII secolo. Nel 2017-2018 ha collaborato al riallestimento della Pinacoteca Tosio Martinengo di Brescia e a quello dei Saloni napoleonici della Pinacoteca di Brera a Milano.

Dal 1996 è tra i redattori della rivista di storia dell’arte ‘Nuovi Studi’.

 

 

Logo

Giovedì 13 gennaio 

ore 17.30

Accademia Carrara, Ala Vitali

 

ingresso libero con

prenotazione:

WhatsApp 328 1721727
prenotazioni@lacarrara.it

 

Casa Editrice
Officina Libraria

collana La Grande Officina
2021, 512 pp., 320 ill. a colori
24×28 cm
ISBN: 9788833671543