Ci sono tante Bergamo quanti sono gli abitanti di Bergamo
I miei itinerari

L’artista, architetto, designer e teorico italiano Ugo La Pietra porta a Bergamo una delle sue famose azioni, invitandoci a tracciare una mappa dei nostri “itinerari”: monumenti, luoghi, strade del nostro vissuto emergono dalla cartina di Bergamo e moltiplicano la Città perché “ci sono tante Bergamo quanti sono gli abitanti di Bergamo”.

Il primo esperimento per una pratica che si propone la “riappropriazione della città” si è svolto alla Triennale di Milano nel 1979; Le mappe della tua città prevede di segnare: i propri itinerari; i propri monumenti; i propri eventi emozionali; i luoghi dove avevano recepito informazioni.

Eliminando poi la mappa codificata e osservando le mappe disegnate sui fogli di carta da lucido, emergono tante mappe quante sono le persone che praticano l’esercizio. Saranno proprio le esperienze metaprogettuali, le mostre, gli articoli e i seminari di Ugo La Pietra a indicare la strada verso la pratica di Abitare la città, sviluppando un’attenzione che porterà, all’inizio degli anni Ottanta, un sempre più ampio numero di operatori ad occuparsi dell’ambiente urbano, fino alla nascita della disciplina “arredo urbano”.

 

L’esercizio proposto a Bergamo è già stato svolto all’Hangar Bicocca di Milano e a Villa Medici a Roma nel 2017 e nel 2018 in occasione della mostra Take me (I’m yours).

Domenica 1° dicembre

dalle ore 9.30 alle ore 17.30

 

Attività compresa nel prezzo del biglietto
(secondo il pricing in vigore eccetto gratuità)