IMG_20180406_112145

 

In occasione dell’evento “Premio Italia a Tavola – Bergamo capitale dell’accoglienza” l’Accademia Carrara ospita una selezione di dipinti provenienti da collezioni private, eseguiti da alcuni dei più celebrati specialisti di nature morte: il bergamasco Evaristo Baschenis, il fiammingo Giacomo Legi, il milanese Giacomo Ceruti detto il Pitocchetto. Insieme ai dipinti sono esposti caldaripaiolileccarde, canserue, padelle, cazzoli di rame databili tra il XVII e il XIX secolo, provenienti dalle cucine di una nobile famiglia bergamasca.

 

A partire dal famoso pittore greco Sosos, ideatore dell’iconografia del “pavimento non spazzato”, fino alle invenzioni di artisti come Caravaggio, Warhol, Spoerri, Cattelan, il cibo ha stimolato la produzione di piccoli e grandi capolavori. Per conoscere quelli esposti in Carrara i Servizi Educativi propongono un percorso guidato che ha il cibo come protagonista o componente rilevante del racconto raffigurato; declinandone la presenza nei suoi differenti significati e impieghi: simbolico-allegorici o collegati alla vita quotidiana nei secoli e nelle antiche ritualità di episodi mitologici o religiosi.

14 aprile

ore 16

 

Percorso guidato adulti,

durata un’ora e trenta

 

INFO E PRENOTAZIONI:

biglietteria@lacarrara.it

il percorso viene attività al raggiungimento

di minimo 15 partecipanti

 

Costo dell’attività 5€ – oltre al prezzo del biglietto di ingresso