Nel giorno della Festa della Donna si parlerà di Anna Bianconi Cortesi

Appassionata d’arte e delle cose belle al punto da impegnarsi nel loro recupero e valorizzazione.

 

Anna Bianconi Cortesi è stata per decenni una personalità di spicco nella vita culturale ed artistica a Bergamo;  per più di dieci anni ha rivestito il ruolo di responsabile della delegazione di Bergamo del Fondo per l’Ambiente Italiano, contribuendo a far conoscere e riscoprire ai suoi concittadini palazzi, chiese ed oratori, oltre a numerose opere d’arte della città e provincia; tesori praticamente sconosciuti o comunque sottovalutati dai bergamaschi e non solo. Le giornate del FAI sono diventate, grazie anche al suo impegno, un appuntamento, quasi una tradizione per conoscere opere d’arte e dimore storiche normalmente non visitabili. Sono ormai migliaia le persone che, in queste giornate visitano e riscoprono luoghi che non esprimono solo valori artistici, ma anche valori storici e morali che lei non voleva fossero dimenticati.

 

La sua attenzione però non era rivolta soltanto alle espressioni architettoniche ed artistiche del passato; Anna Bianconi ha fatto parte infatti del consiglio di amministrazione dell’Accademia Carrara e ha partecipato alla commissione per la nuova Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea.
Nel 2010 il comune di Bergamo la riconosce come Cittadina Benemerita con la motivazione “Ha saputo diffondere l’amore dell’arte e la conoscenza del patrimonio culturale della Città”, riconoscendo così la passione e la competenza con le quali Anna Bianconi sosteneva e sollecitava la conoscenza dell’arte antica e moderna. A indirizzare il suo impegno un approccio educativo e altruistico teso a migliorare la condizione umana attraverso la fruizione del bello e dell’arte.

8 marzo

ore 17.00

 

SALA 18

Ingresso libero