Presentazione del libro: La collezione di Antonio Piccinelli (1816-1891)

Introduzione istituzionale di M. Cristina Rodeschini

Presentazione e approfondimenti a cura di Enrico De Pascale, in dialogo con l’autore Luca Brignoli

 

Tra i maggiori collezionisti bergamaschi dell’Ottocento, la figura di Antonio Piccinelli (1816-1891) ‒ gentiluomo esponente di una facoltosa dinastia del milieu orobico ‒ è protagonista del volume scritto da Luca Brignoli per i tipi Lubrina Bramani Editore (2021, pp. 444; 90€).

Il libro intreccia la vicenda del collezionista e della sua famiglia all’interno del contesto culturale lombardo, restituendo pienamente agli studi un personaggio finora non abbastanza considerato nel panorama storico-artistico dell’epoca. Piccinelli radunò nella villa di famiglia a Seriate (alle porte del capoluogo) una collezione di circa duecentocinquanta dipinti, orientando le proprie scelte soprattutto su opere bergamasche e venete dal Quattrocento all’Ottocento. A spiccare, tra gli artisti più illustri presenti nella galleria Piccinelli, Antonio Maria da Carpi, Gerolamo da Treviso il Vecchio, Baschenis, Tiepolo, Quarenghi, Salmeggia, Bevilacqua, con l’apice di due quadri di Lorenzo Lotto e una serie sceltissima di Moroni (Piccinelli mancò per poco, in una gita a Venezia nel 1845, l’acquisto del famoso Sarto) e Fra’ Galgario.

Il volume (aperto dalla prefazione di Enrico De Pascale) riproduce i principal

 

i documenti manoscritti del collezionista ‒ primi fra tutti lo zibaldone, che inventaria la gran parte degli acquisti compiuti, e le postille alle Vite di Francesco Maria Tassi ‒, una serie di tavole illustrative, di documenti, e il catalogo completo della collezione. Visitata dai maggiori conoscitori d’arte dell’epoca (Cavalcaselle, Morelli, Berenson), la raccolta viene dispersa dalla fine del XIX secolo, negli anni in cui venne ereditata dal nipote Giovanni Piccinelli, presidente della commissaria dell’Accademia Carrara; oggi i quadri un tempo sulle sponde del fiume Serio sono dispersi in musei e collezioni di tutto il mondo.

 

 

 

3 dicembre 2021

ore 17.30

 

Accademia Carrara, ala Vitali

 

Attività ad accesso gratuito con

prenotazione obbligatoria:

WhatsApp 328 1721727 |  prenotazioni@lacarrara.it

 

informazioni sul libro

formato cm 21 x 28.3
costo – € 90,oo iva inclusa
Lubrina Bramani Editore 2021