Una storia meravigliosa

Inediti racconti, in armonia con l’attuale configurazione del percorso museale, esprimono una casistica varia ed attrattiva del sorprendente potenziale culturale delle raccolte che il museo custodisce.

Vengono svelati alcuni preziosi manufatti attualmente conservati nei depositi: un’operazione condotta con l’intento di arricchire il filo narrativo che sta alla base dell’attuale esposizione permanente, un appuntamento che presenta delle assolute novità.

Si sviluppano all’interno del percorso numerosi focus di approfondimento che, utilizzando il patrimonio del museo in senso esteso (dipinti, disegni, incisioni, oggetti, appartenenti alle arti applicate, fotografie storiche), raccontano la storia dell’Accademia Carrara da differenti punti di vista.

Non si tratta di un tracciato lineare, ma di una narrazione per temi moderna ed emozionante. Una vera e propria installazione diffusa che entra negli spazi del museo con eleganza e leggerezza; un racconto coinvolgente, capace di restituire un’immagine ricca e sfaccettata dell’Accademia Carrara.

La novità e insieme la congruità dei nuovi argomenti trattati nel percorso espositivo è in armonia con l’assetto dell’attuale ordinamento che mantiene il passo dell’ordine cronologico e delle aree geografiche di appartenenza delle opere esposte, argomenti orientati a presentare nuovi aspetti delle raccolte museali. La Carrara come tutti sanno deve molto ai collezionisti che nei secoli hanno voluto condividere la loro passione per l’arte, donando alla comunità il frutto della loro conoscenza.

 

Approfondimenti dedicati ai collezionisti:

Giacomo Carrara, fondatore del museo: sala 1;

Guglielmo Lochis, collezionista: sala 2;

Giovanni Morelli, collezionista: sala 4;

Gabriella Levi Sottocasa, collezionista: sala 21;

Luigi Franconi, incisioni di Giovanni Fattori: sala 28.

 

Altri approfondimenti:

Ritratti lombardi dell’inizio del secolo XVI: sala 11;

Lorenzo Lotto, Pala Martinengo, la ricostruzione virtuale: sala 15;

Rotelle da parata: sala 18;

Fra’ Galgario: sala 20;

Evaristo Baschenis: sala 23;

Gaspar Van Wittel, Veduta di Vaprio d’Adda: sala 23;

Manichino neoclassico: sala 26;

Giovanni Fattori: sala 28.

 

Accademia Carrara,
Piazza Giacomo Carrara 82 – Bergamo

 

Maggiori informazioni 
+39 328 1721727

prenotazioni@lacarrara.it

 

biglietti in prevendita 
ticketlandia.com