Altre raccolte nella pagina

 

La fisionomia dell’Accademia Carrara è soprattutto quella di un’importante raccolta di pittura, ma il museo custodisce anche una pluralità disparata di oggetti, che rispecchia i gusti di un collezionismo colto sette-ottocentesco, attento alle arti che oggi chiamiamo ‘minori’.

Ai mobili e agli arredi si accompagnano quindi porcellane, bronzetti, argenti, oreficerie, vetri, orologi da tavolo, ma anche piccole collezioni di oggetti piuttosto rari: 46 sigilli antichi e moderni, tra i quali due sigilli personali di Giacomo Carrara; 1.632 solfi, cioè calchi settecenteschi di sigilli antichi; 60 ventagli provenienti dalla famiglia Sottocasa; 133 peltri appartenenti al lascito Albertoni (2001).

Molte di queste raccolte sono state catalogate e studiate negli ultimi decenni grazie a tesi di laurea e a ricerche dedicate.