Nella terra del genio. Il Rinascimento, un fenomeno italiano

Il Medioevo non fu affatto un’età oscura e deprimente, eppure esso apparve obsoleto e indesiderabile a un gruppo di spiriti inquieti e visionari che nell’Italia di primo Quattrocento avvertì l’urgenza di lasciarsi il passato alle spalle, voltando pagina e inaugurando una fase nuova della storia umana: una “rinascita”. Fu grazie a questo salutare atto di ribellione che prese avvio una delle più feconde avventure dello spirito creativo, che ebbe modo di manifestarsi in una molteplicità di campi tra cui, in primo luogo, le arti figurative. Ma perché il Rinascimento ebbe luogo in Italia e non altrove? E quali furono i fattori che innescarono il desiderio di cambiamento? Quesiti quanto mai attuali anche oggi, ai quali il libro di Pellegrini offre una miniera di spunti per tante possibili risposte, attingendo a un vastissimo panorama di esperienze emozionali, estetiche, intellettuali, religiose, profetiche, che qui vengono illustrate attraverso un’ampia e rigorosa bibliografia specialistica.

 

 

COLLABORAZIONI / CO-ORGANIZZATORI

Università degli Studi di Bergamo, Dipartimento di Lettere, Filosofia, Comunicazione, Gruppo di ricerca CMEMS (“Classical Medieval Early Modern Studies”)

Lunedì 11 aprile
ore 17.00

 

Evento gratuito su prenotazione, fino ad esaurimento posti

 

Prenotazione

chiamando o scrivendo al numero +39 328 1721727

scrivendo a prenotazioni@lacarrara.it